Candidato sindaco di Torino 2021

Monthly Archive

Primarie Torino: si cambia
per un diktat da Roma?
Non è serio!

La serietà prima di tutto. Abbiamo condiviso un percorso da mesi; c’è chi ha espresso la propria disponibilità – tra questi il sottoscritto – e altri potrebbero farlo nelle prossime ore. Poi arrivano da Roma pressanti ‘consigli’ e si inverte la rotta di 180°? Io francamente credo che serva una svolta per Torino, anche nei metodi.
Le primarie non sono del Pd ma della coalizione e sono uno strumento per aprire un dibattito sulla città del futuro che vogliamo.
Vogliamo un’alleanza stabile con Milano per costruire progetti e programmi comuni? Io dico di sì. Vogliamo attivare finalmente la città metropolitana condividendo con i comuni della cintura progetti sulla sostenibilità ambientale, sul ciclo dei rifiuti, sui trasporti? Io dico di sì. Vogliamo da subito impegnare le strutture del nostro comune per individuare le priorità per l’utilizzo del Recovery fund? Io dico di Sì. Vogliamo mettere al primo posto le infrastrutture con la realizzazione della Metro 2 e dello scalo di Orbassano per non perdere le opportunità della TAV Torino-Lione? Io dico di sì. Vogliamo una città aperta, europea, che mette al centro le periferie? Io dico di sì. È necessario smetterla con proclami e promesse false agli elettori? Io dico di sì. Pensiamo che sia possibile con questi obiettivi costruire una alleanza strutturale con i 5Stelle? Io dico di no. Su questo da mesi chiedo ai cittadini di darci una mano perché dalla crisi spaventosa nella quale stiamo entrando ci usciamo solo insieme.
Su questi temi dobbiamo confrontarci apertamente e duramente se serve. Chiudere le porte alle primarie significa per Torino rituffarsi nel passato, un passato che dobbiamo superare.

Read More »

“Gianna Pentenero ci ammonisce a un atto di responsabilità e ci dice che le primarie in questo contesto non sarebbero opportune. Io rimando al mittente queste affermazioni e dico che l’atto di responsabilità è chiedere ai cittadini torinesi che vogliono voltare pagina di scegliere le idee, i progetti e da chi vogliono farsi rappresentate nella corsa per far vincere il centrosinistra. Certo che c’è l’emergenza covid ma la democrazia non va e non deve andare in lockdown. L’ho già detto e lo riaffermo con convinzione. Tanto più che questi richiami alla responsabilità hanno il sapore dell’ipocrisia di chi vede nelle primarie un rischio e preferisce che la scelta del candidato venga fatta nelle stanze dei partiti.
Gianna Pentenero e gli altri che sottotraccia vogliono far saltare il banco hanno visto le file ordinate di cittadini fuori dall’anagrafe? Fuori dagli uffici postali? In attesa a molte decine o centinaia di fronte ai laboratori di analisi per i tamponi o accanto ai tendoni allestiti? Quale sarebbe la differenza con le primarie?
Oggi le forze politiche del centrosinistra hanno scelto le primarie come strumento utile per Torino. Non farle non sarebbe affatto un atto di responsabilità ma una scelta grave e pienamente politica.
Per quanto mi riguarda la campagna non solo va avanti ma cresce e coinvolge giorno dopo giorno settori di questa città che vogliono aprire le porte a una nuova era per la nostra Città, le stesse porte che altri vogliono chiudere”.

Read More »
Privacy Policy Copyright © 2021 Igor Boni
Powered by Hypermedia Service