Candidato sindaco di Torino 2021

ELEZIONI PRIMARIE DEL CENTRO-SINISTRA

Verso le elezioni di Torino.
Costruiamo insieme
la Torino
dei prossimi 10 anni

I n questa nota ho inserito la raccolta dei frammenti di programma che contengono opinioni e proposte per la nostra città e la sua area metropolitana. Giorno dopo giorno ho inserito questi frammenti sui miei social dove, anche in poche righe, ho proposto riflessioni, idee e progetti per la Torino di oggi, di domani e dopodomani. Sotto ciascuna delle mie priorità molti frequentatori del web hanno scritto la loro idea, la loro critica, la loro proposta per il futuro, che è stata aggiunta alle centinaia di post-it raccolti girando la città, per le strade, nelle piazze, quartiere per quartiere, durante i “Radical Corner”. I frammenti di programma si uniranno in un puzzle che guarda avanti, verso il futuro di Torino. Con speranza.

SCARICA IL PROGRAMMA


2 days ago

Igor Boni

Vladimir Luxuria parlando della bandiera di Israele mente sapendo di mentire. Il virgolettato testuale di Luxuria così recita: 'In questo momento storico, la bandiera israeliana rappresenta il Governo di Netanyahu. Non il popolo israeliano che tra l'altro scende in piazza numeroso contro Netanyahu".Secondo questa affermazione la bandiera di un Paese rappresenta il Governo non il popolo di quel Paese, non l'intero Paese. Tra poco ci diranno che il tricolore non lo si può portare a causa del Governo di Giorgia Meloni? Il paradosso si fa urticante pensando che gli stessi che dicono NO alla bandiera di Israele, stato democratico nel quale i diritti della comunità LGBTQIA+ sono garantiti, dicono SI alla bandiera palestinese dove quei diritti sono letteralmente schiacciati, distrutti, uccisi. E ancora più urticante se si pensa che presto o tardi Netanyahu e il suo Governo saranno sostituiti da altri governanti in nome di un voto democratico mentre a Gaza Hamas opprime con la violenza gli stessi palestinesi sotto un giogo feroce. Bene hanno fatto le organizzazioni che hanno detto NO a un manifesto politico del PRIDE ideologico ed estremista, escludente e discriminatorio, fintamente equidistante.Certa sinistra estremista non è nuova a simili strabismi. Nella storia recente e meno recente abbiamo visto piazze inneggiare a Mao Tse-Tung, a Lenin, a Pol Pot, a Khomeini, a Fidel Castro, a Chavez e Maduro, a Putin. Dato che Vladimir Luxuria è persona molto intelligente ribadisco che queste sue dichiarazioni sono consapevoli menzogne. ...

View on Facebook

4 days ago

Igor Boni

Mafia nigeriana, tra realtà e propaganda. In diretta l'approfondimento di Europa Radicale ...

View on Facebook

5 days ago

Igor Boni

Oggi in piazza Castello, con i Russi liberi e la bandiera ucraina di nuovo in strada. Toccante il loro inginocchiarsi chiedendo scusa all'Ucraina, utilizzando le parole di dissidenti carcerati. Scuse da parte loro che lottano contro Putin e ne chiedono l'incriminazione per crimini di guerra.
Una testimonianza di resistenza.
...

View on Facebook

6 days ago

Igor Boni

CARCERE DI ASTI/VISITA DEI RADICALI: PROBLEMI DI SOVRAFFOLLAMENTO E STRUTTURALI, OLTRE CHE CARENZA DI ORGANICO. IL COMUNE ISTITUISCA UNA LINEA DI TRASPORTO PUBBLICO TRA LA STAZIONE E IL CARCERE
Oggi una delegazione radicale ha fatto visita al carcere di Asti. Erano presenti Daniele Degiorgis (Coordinatore dell'Associazione radicale Adelaide Aglietta), Igor Boni e Silvja Manzi (storici esponenti radicali piemontesi), Giovanni Oteri e Luigi Debernardi (militanti dell'Associazione Aglietta).

All'uscita della struttura, dopo 3 ore nelle quali hanno visitato padiglioni, aree esterne, sale colloqui, infermeria, palestra, celle di isolamento, aree passeggio, hanno rilasciato la seguente dichiarazione:
"Vogliamo innanzitutto ringraziare la cortesia e la disponibilità dimostrata dal vice-capo degli agenti di polizia che, senza reticenze, ci ha consentito di visitare tutto l'Istituto. Sono oggi presenti 267 detenuti a fronte di una capienza di 207 posti. Il personale effettivo in sede è di 157 unità a fronte di un organico previsto di 186. Come quasi ovunque il sovraffollamento si unisce alla carenza di personale. In una struttura come questa, di alta sicurezza, dove i detenuti rimangono per lungo tempo si devono attuare percorsi lavorativi. Purtroppo, mentre oltre 80 detenuti a turno sono adibiti a lavori interni alla struttura (cucina, lavanderia, barbieri, sopravvitto, pulizie, etc), solo 6 hanno un contratto vero e proprio con la Cooperativa La Strada che gestisce ottimamente l'azienda agricola interna alle mura. Chiediamo alle istituzioni locali e alle aziende del territorio di farsi avanti per incrementare il lavoro e dare percorsi concreti di reinserimento sociale. La struttura ha bisogno urgente di investimenti consistenti di manutenzione straordinaria e ristrutturazione: tutti chiedono acqua calda nelle celle e di risanare le docce e le aree ammuffite, infiltrate di acqua e umidità. Sono da tempo in attesa di approvazione e realizzazione progetti di copertura parziale dei camminamenti e l'inserimento di condizionatori nelle sale colloqui dove d'estate si superano i 40°. La realizzazione di un forno per le pizze e di un laboratorio produttivo di panificazione è prevista da tempo ma non si procede; ciò renderebbe possibile l'implementazione positive attività interne con nuove possibilità di occupazione. Sono oltre venti anni che nelle visite che facciamo periodicamente ad Asti rileviamo l'assenza di mezzi pubblici che colleghino la città con il carcere. Scriveremo al Sindaco per chiedere che venga istituito un mezzo che colleghi la stazione con la struttura, per dare una opportunità di trasporto agli agenti e ai parenti dei detenuti che oggi sono costretti a prendere un taxi".
...

View on Facebook
  • Error: Could not authenticate you.




Diario del candidato
Torino: contro populismi e demagogia<br /> di ogni colore costruiamo <br /> un'alleanza  che guardi al futuro

Torino: contro populismi e demagogia di ogni colore costruiamo un'alleanza che guardi al futuro

Torino - 20 febbraio 2021 Torino ha rappresentato nella storia d'Italia una sorta di apripista. E' stata la prima capitale d'Italia; la prima città dell'industria italiana, la prima città a ospitare un processo contro le BR negli[...]


Battaglie radicali
Profetico Pannella: <br /> i morti nel Mediterraneo <br> e ai confini dell'Europa <br /> sono il nuovo Olocausto

Profetico Pannella: i morti nel Mediterraneo e ai confini dell'Europa sono il nuovo Olocausto

Pannella è sempre stato profetico. Questa frase dice molto della sua e[...]
+Europa
Politiche ambientali concrete <br> di contrasto al cambiamento <br> climatico per Italia e Europa

Politiche ambientali concrete di contrasto al cambiamento climatico per Italia e Europa

L’obiettivo di questo documento è tentare di impostare proposte concr[...]
Politica locale
Primarie Torino: si cambia <br> per un diktat da Roma? <br> Non è serio!

Primarie Torino: si cambia per un diktat da Roma? Non è serio!

La serietà prima di tutto. Abbiamo condiviso un percorso da mesi; c'è [...]
Ultimi post/Comunicati/Diario

Torino: contro populismi e demagogia di ogni colore costruiamo un'alleanza che guardi al futuro

Torino - 20 febbraio 2021 Torino ha rappresentato nella storia d'Italia una sorta di apripista. E' [...]

Primarie Torino: si cambia per un diktat da Roma? Non è serio!

La serietà prima di tutto. Abbiamo condiviso un percorso da mesi; c'è chi ha espresso la propria[...]

"Gianna Pentenero ci ammonisce a un atto di responsabilità e ci dice che le primarie in questo[...]

Mi dai una mano? Per gli Stati Uniti d'Europa la democrazia, i diritti, l'ambiente

Sono candidato alle elezioni europee per +EUROPA nella Circoscrizione nord-ovest. Alla facci[...]

L'Assemblea dei Soci approva il bilancio con 328.000 € di attivo. Il miglior bilancio in 40 anni di storia dell'Istituto

Nell’Assemblea ordinaria dei Soci tenutasi nella sede storica dell’Istituto in C.so Casale 476 a [...]

Politiche ambientali concrete di contrasto al cambiamento climatico per Italia e Europa

L’obiettivo di questo documento è tentare di impostare proposte concrete, in parte già attuate [...]

Profetico Pannella: i morti nel Mediterraneo e ai confini dell'Europa sono il nuovo Olocausto

Pannella è sempre stato profetico. Questa frase dice molto della sua e nostra (di Radicali) capa[...]

Ipla, bilancio 2017 chiuso in attivo e approvato dai soci. Ecco le tappe del rilancio

Nell’Assemblea ordinaria dei Soci è stato approvato il bilancio 2017 che chiude con un [...]

"Le ONG vedranno l'Italia solo in Cartolina" sbraita il ministro di tutto nonché Presidente del [...]

+EUROPA Io dico che ce la possiamo fare. Anzi, io dico che dobbiamo farcela

Nelle peggiori vicende della storia recente, parlo ad esempio dei periodi che hanno preceduto fa[...]

+Europa riparte

28 marzo 2018 Ieri si è tenuta la prima riunione per il lavoro di riforma statutaria di +Euro[...]

Dopo aver vomitato contro i presidenti non eletti si propone un presidente non eletto. Dopo ave[...]

Cannabis legale fai da te

Era il 1975 quando Marco Pannella fumò uno spinello in pubblico e si fece arrestare. Un’azione d[...]