Candidato sindaco di Torino 2021

ELEZIONI PRIMARIE DEL CENTRO-SINISTRA

Verso le elezioni di Torino.
Costruiamo insieme
la Torino
dei prossimi 10 anni

I n questa nota ho inserito la raccolta dei frammenti di programma che contengono opinioni e proposte per la nostra città e la sua area metropolitana. Giorno dopo giorno ho inserito questi frammenti sui miei social dove, anche in poche righe, ho proposto riflessioni, idee e progetti per la Torino di oggi, di domani e dopodomani. Sotto ciascuna delle mie priorità molti frequentatori del web hanno scritto la loro idea, la loro critica, la loro proposta per il futuro, che è stata aggiunta alle centinaia di post-it raccolti girando la città, per le strade, nelle piazze, quartiere per quartiere, durante i “Radical Corner”. I frammenti di programma si uniranno in un puzzle che guarda avanti, verso il futuro di Torino. Con speranza.

SCARICA IL PROGRAMMA


15 hours ago

Igor Boni

Il 26 settembre 2019, i dirigenti di +Europa Torino, dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta e di Radicali Italiani, Marco Cavaletto, Igor Boni, Silvio Viale e Beatrice Pizzini hanno presentato una petizione popolare secondo l’art. 85 dello statuto della Regione Piemonte che chiedeva l’approvazione di una riforma elettorale regionale uninominale e maggioritaria, suddividendo il territorio regionale in 50 collegi uninominali, abolendo il listino del Presidente.
La petizione è stata ritenuta ricevibile e assegnata alla 1a commissione l’8 ottobre 2019.
Secondo il regolamento pubblicato sul sito del Consiglio regionale: “L’esame si conclude entro 45 giorni dal ricevimento in commissione”.
Non abbiamo ricevuto alcun riscontro e nessuna convocazione per una audizione in commissione come avevamo richiesto. Tale violazione del regolamento è inaccettabile soprattutto in vista del fatto che il Consiglio regionale, oltre a violare il proprio Statuto che prevede espressamente la facoltà di fare petizioni da parte di cittadini singoli e associati, affronta il tema della riforma elettorale facendo finta che la nostra proposta non esista.
...

View on Facebook

2 days ago

Igor Boni

Boni (Radicali italiani/+Europa) “Sono l’unico che ha completato l’iter di presentazione della candidatura. Torino deve staccarsi dal passato e non può certo farlo con chi è contro la TAV, contro i grandi eventi, contro le opere, contro il rapporto con Milano e l’Europa”

“Oggi il PD ci spiega che non si possono fare le primarie mentre si chiudono le attività. Io rispondo che se le avessimo fatte il 6/7 febbraio, come previsto, avremmo sfruttato il periodo di bassa intensità del contagio, avremmo fatto una bella gara democratica e oggi avremmo il nostro candidato unitario. Quindi lasciamo perdere le ipocrisie. Sulla questione primarie c’è un fatto incontrovertibile: io sono l’unico che ha completato l’iter di presentazione della propria candidatura secondo quanto previsto dal regolamento condiviso da tutta la coalizione, dato che Benedetto Della Vedova, segretario nazionale di +Europa, ha ufficializzato la partecipazione del sottoscritto alle primarie stesse e ho consegnato il programma come stabilito. Il giochetto del ‘primarie sì, no, forse’ deve cessare e il rinvio delle elezioni riapre lo spazio per farle in presenza o miste (presenza e on-line) a maggio o inizio giugno, a 4-5 mesi dal voto.
Ma le primarie sono un mezzo, non un fine; per questo utilizzo le mie giornate per costruire una squadra capace di portare fuori Torino dal declino, perché non è una semplice questione di chi farà il Sindaco, ma di cosa propone e cosa farà il nuovo gruppo dirigente di questa città. Innanzitutto ribadisco che dobbiamo creare una discontinuità netta con il passato e che è impensabile costruire il rilancio della città con chi è contro la TAV, contro i grandi eventi, contro le opere, contro il rapporto con Milano e ha guardato con sospetto l’Europa. Una cosa è chiedere il supporto e la fiducia di tutti gli elettori, altro costruire un’alleanza organica con chi ha contribuito al declino della città”.
...

View on Facebook

3 days ago

Igor Boni

Oggi incontriamo Giovanna Giordano autrice, con Chantal Balbo di Vinadio, di "Esageruma" un libro di proposte e suggestioni per superare la crisi in cui è precipitata Torino.
Uno scambio di opinioni per approfondire il presente e proporre riflessioni sul futuro della città e le possibili soluzioni per emergere dalla attuale situazione.
#TorinoConnessa 🌐
#TorinoUmana ❤️
#TorinoSostenibile 🔆
...

View on Facebook



Diario del candidato
Torino: contro populismi e demagogia<br /> di ogni colore costruiamo <br /> un'alleanza  che guardi al futuro

Torino: contro populismi e demagogia di ogni colore costruiamo un'alleanza che guardi al futuro

Torino - 20 febbraio 2021 Torino ha rappresentato nella storia d'Italia una sorta di apripista. E' stata la prima capitale d'Italia; la prima città dell'industria italiana, la prima città a ospitare un processo contro le BR negli[...]


Battaglie radicali
Profetico Pannella: <br /> i morti nel Mediterraneo <br> e ai confini dell'Europa <br /> sono il nuovo Olocausto

Profetico Pannella: i morti nel Mediterraneo e ai confini dell'Europa sono il nuovo Olocausto

Pannella è sempre stato profetico. Questa frase dice molto della sua e[...]
+Europa
Politiche ambientali concrete <br> di contrasto al cambiamento <br> climatico per Italia e Europa

Politiche ambientali concrete di contrasto al cambiamento climatico per Italia e Europa

L’obiettivo di questo documento è tentare di impostare proposte concr[...]
Politica locale
Primarie Torino: si cambia <br> per un diktat da Roma? <br> Non è serio!

Primarie Torino: si cambia per un diktat da Roma? Non è serio!

La serietà prima di tutto. Abbiamo condiviso un percorso da mesi; c'è [...]
Ultimi post/Comunicati/Diario

Torino: contro populismi e demagogia di ogni colore costruiamo un'alleanza che guardi al futuro

Torino - 20 febbraio 2021 Torino ha rappresentato nella storia d'Italia una sorta di apripista. E' [...]

Primarie Torino: si cambia per un diktat da Roma? Non è serio!

La serietà prima di tutto. Abbiamo condiviso un percorso da mesi; c'è chi ha espresso la propria[...]

"Gianna Pentenero ci ammonisce a un atto di responsabilità e ci dice che le primarie in questo[...]

Mi dai una mano? Per gli Stati Uniti d'Europa la democrazia, i diritti, l'ambiente

Sono candidato alle elezioni europee per +EUROPA nella Circoscrizione nord-ovest. Alla facci[...]

L'Assemblea dei Soci approva il bilancio con 328.000 € di attivo. Il miglior bilancio in 40 anni di storia dell'Istituto

Nell’Assemblea ordinaria dei Soci tenutasi nella sede storica dell’Istituto in C.so Casale 476 a [...]

Politiche ambientali concrete di contrasto al cambiamento climatico per Italia e Europa

L’obiettivo di questo documento è tentare di impostare proposte concrete, in parte già attuate [...]

Profetico Pannella: i morti nel Mediterraneo e ai confini dell'Europa sono il nuovo Olocausto

Pannella è sempre stato profetico. Questa frase dice molto della sua e nostra (di Radicali) capa[...]

Ipla, bilancio 2017 chiuso in attivo e approvato dai soci. Ecco le tappe del rilancio

Nell’Assemblea ordinaria dei Soci è stato approvato il bilancio 2017 che chiude con un [...]

"Le ONG vedranno l'Italia solo in Cartolina" sbraita il ministro di tutto nonché Presidente del [...]

+EUROPA Io dico che ce la possiamo fare. Anzi, io dico che dobbiamo farcela

Nelle peggiori vicende della storia recente, parlo ad esempio dei periodi che hanno preceduto fa[...]

+Europa riparte

28 marzo 2018 Ieri si è tenuta la prima riunione per il lavoro di riforma statutaria di +Euro[...]

Dopo aver vomitato contro i presidenti non eletti si propone un presidente non eletto. Dopo ave[...]

Cannabis legale fai da te

Era il 1975 quando Marco Pannella fumò uno spinello in pubblico e si fece arrestare. Un’azione d[...]